Palermo Agrigento Catania Ragusa Siracusa Messina Italy bed and breakfast
HOME PAGE
 

HOME | CONTATTI | INFO | RICERCA AVANZATA

 
 
Palermo


La città di Palermo (dal greco Pan-Ormos "tutto porto"), capoluogo della regione siciliana, è considerata il punto nodale, culturale ed economico, tra il Mar Mediterraneo e l’Europa. Per questo motivo, in passato è stata terra di conquista dei Sicani, dei Cretesi, degli Elimi, dei Greci, dei Fenici, dei Romani, dei Bizantini, degli Arabi, dei Normanni e degli Svevi, degli Angioini, degli Aragonesi, degli Spagnoli e degli Austriaci. Tutte questi popoli hanno lasciato monumenti e resti straordinari. Il nucleo originario della città fu fondato tra i corsi d'acqua del Kemonia e del Papireto.
Nel IX secolo d. C. con gli arabi, la città definita "paradiso delle terra", acquistò splendore. Il Castello della Zisa, il Castello di Maredolce e il Parco della Favorita sono testimonianza di questo periodo. Durante il periodo Normanno e svevo si registrò un grande sviluppo economico e culturale. sotto la dominazione degli Aragonesi furono realizzati grandi cambiamenti nella città.
Tra la fine del '700 e l'inizio dell'800, Palermo fu la città dei cento Paesi in cui crescevano le borgate, espressione di un'economia del territorio in rapporto continuo con la città. Oggi il Centro Storico di Palermo è diviso in quattro mandamenti (Loggia-Castellammare, Tribunali-Kalsa, Palazzo Reale e Monte di Pietà-Capo) legati alle due arterie storiche della città: il Cassaro e via Maqueda, strada perpendicolare alla prima e che, all'incrocio con questa, crea la piazza Quattro Canti di Città.

The city of Palermo (greek Pan-Ormos, "all-port"), chieftown of Sicily, has been the cultural and economic node between the Mediterranrean sea and Europe. On this purpose, it was land of conquers for the Sicans, Candiots, Elimes, Greeks, Phoenicians, ROmans, Byzantines, Arabs, Normans Swabians, Angevins, Aragoneses, Spaniards and Austrians. All these people have left extraordinary monuments and ruins. The original core of the town was founded between the water streams Kemonia and Papireto.
In IX century AD the city, called "heaven on earth", gained its very splendor. The Castle of Zisa and Maredolce, the Parco della Favorita are an inheritage of that period. During the Norman and Swabian period the city underwent a great economical and cultural flourishment, under the Aragonese domination great changes were brought to the city. Between the end of the XVIII and the beginning of the XIX century Palermo was the city of the Hundred Contries in which the townships grew, expression of a territorial economy in continuous contact with the city.
Today the historical center of the town is divided in 4 districts (Loggia-Castellammare, Tribunali-Kalsa, Palazzo Reale and Monte di Pietà-Capo), tied to both the ancient main streets of the city: at the crossroad between the Cassaro and Via Maqueda lies Piazza Quattro Canti di Città.

 
Mappa del sito